Vittorio Pozzo


Vittorio Pozzo fu tra i soci fondatori del nostro Gruppo di Ponderano e lo si poteva incontrare spesso in paese durante le nostre festose adunate.
Prese parte alla prima Guerra Mondiale del 1915-18 in veste di capitano degli Alpini e questa esperienza lo segnò profondamente: ne trasse un' esperienza di rigore morale ed educazione alla modestia e all'essenzialità spartana della vita di trincea che applicò costantemente ai rapporti umani e nella sua professione sportiva tanto che scrisse di lui Indro Montanelli : “ Pozzo aveva del calcio un concetto austero e da buon ufficiale degli alpini concepiva la squadra come un plotone che doveva obbedire ai suo ordini e affrontava la sua missione con piglio sacerdotale tanto che a parlare con lui di calcio era come confrontarsi col cardinal Martini sulla Bibbia.” Caricava i suoi ragazzi prima delle partite decisive raccontando loro le imprese della Grande Guerra ma nonostante questo suo piglio seppe bilanciare una concezione militaresca del calcio con la capacità di far della sua squadra una famiglia, portandola a vincere due campionati mondiali consecutivi, nel 1934 e nel 1938.
Il 10 Novembre del 1934 Vittorio Pozzo, insieme al primo Capogruppo Quinto Gianinetto ed ad alcuni soci, fondò il Gruppo Alpini di Ponderano; due anni dopo, nel 1936, Pozzo donò al gruppo il primo Gagliardetto.
Il 27 Settembre del 2009, per volere del pronipote di Vittorio Pozzo, Piervittorio, il nostro gruppo è diventato il custode del cappello Alpino appartenuto al grande Vittorio. Era orgoglioso di appartenere agli Alpini perché avevano un profondo spirito di corpo ed erano orgogliosi di portare la lunga penna nera sul cappello.

Clicca sulla foto per vedere altre immagini di Vittorio Pozzo